lunedì 25 giugno 2018

Il pensiero delle Streghe di Salem su...

La mano sul cuore
di
Eli Easton 

Serie: Storie della contea di Lancaster #2

Edito: Dreamspinner Press Italia






TRAMA

Eddie Graber sogna di fondare un rifugio per animali bisognosi, ma quel sogno è messo a rischio quando il suo partner lo pianta in asso. Ora Eddie rischia di perdere la fattoria che ha appena comprato nella contea di Lancaster e di veder sfumare le sue speranze prima ancora di aver avviato il progetto. Ha bisogno di aiuto, ha bisogno di soldi ma, più di ogni altra cosa, ha bisogno di ritrovare la fede in quel fine superiore che lo aveva motivato fin dall’inizio. 
Malgrado la propria disabilità fisica, Samuel Miller si è spezzato la schiena per integrarsi nella comunità amish in cui vive. Quando suo padre scopre che è gay, lo frusta e lo caccia via. Con nient’altro che una manciata di banconote in tasca, Samuel risponde a un annuncio e si ritrova in una fattoria gestita da un forestiero. L’uomo tratta gli animali in modo bizzarro, non ha la minima idea di come si mandi avanti una fattoria ma possiede un cuore grande e gentile.
Samuel non è l’unica anima sperduta che il destino ha condotto alla Meadow Lake Farm. Ci sono anche le mucche Fred e Ginger – che vivevano rinchiuse in un garage – un gruppetto di pecore e un maialino di nome Benny, che potrebbe dare una lezioncina agli umani sul segreto della vita, dell’amore e della felicità. E potrebbe essere proprio lui a mostrare a Eddie e a Samuel la via per il lieto fine.




***Il pensiero delle Streghe di Salem***



Facciamo un gioco: chiudete gli occhi e isolate la mente dai rumori e dalle luci che vi circondano; ora provate a richiamare il cinguettio degli uccelli, il dolce frusciare del vento che increspa la pelle e fa ondeggiare i capelli, provate a visualizzare un laghetto poco distante da una una casa coloniale che vi trasporterà indietro nel tempo. Riuscite a vedere il fienile, le querce antiche e i cespugli di bacche?
Se la risposta è affermativa, allora siete giunti con noi sul vialetto di accesso della Meadow Lake Farm, nella contea di Lancaster, Pennsylvania e a potete godervi questa oasi verdeggiante.
Eddie Graber sta per coronare il suo sogno: vivere in una fattoria che sarà un santuario per animali maltrattati e bisognosi di una casa.
Ogni cosa è perfetta. Finalmente sembra che il destino lo abbia messo sulla buona strada per realizzare il suo grande desiderio. C’è solo un unico, devastante problema; un immenso vuoto creato da Alex, il partner di Eddie, che proprio all’ultimo momento si ritira dal progetto. Non più compagno di vita e nemmeno compagno in questa avventura esaltante (a quanto pare solo per Eddie) ma economicamente prosciugante.
Eddie è un uomo dal cuore grande e sensibile. Non tollera alcun genere di sopruso ed è un amante incondizionato degli animali, a tal punto da essere vegano. Cosa potrà mai fare una persona del genere in una fattoria? Dopotutto lui è uno scrittore, non un fattore! Come potrà renderla produttiva e continuare a vivere il suo sogno di dare rifugio ad animali sventurati? E se fosse tutto un errore?
Finché un giorno, nel tardo pomeriggio, un giovane uomo, ferito profondamente nel corpo e nell’animo, si presenta alla sua porta in cerca di un lavoro. Certo, Samuel non è una mucca, come Ginger e Fred le prime due spaesate ospiti della fattoria, ma come può Eddie negare a quegli occhi grandi e bruni e a quella voce timida il suo aiuto? Samuel potrebbe essere la risposta alle sue preghiere, non fosse che il ragazzo presenta una malformazione al piede destro che gli impedisce di camminare normalmente. Quindi, forse, le sue preghiere non sono state ascoltate dopotutto; come potrebbe quel ragazzo da solo affrontare la mole di lavoro generata da una fattoria? Eppure quegli occhi imploranti ma determinati e la postura rigida fanno breccia nel suo cuore e si ritrova ad offrigli un lavoro e un tetto sulla testa.  

Forse la fattoria aveva bisogno di te, tu avevi bisogno della fattoria e qualcuno vegliava su tutti noi. Ci credi nel destino?”

Questo libro è un inno. Un inno alla vita, alle seconde occasioni e al perseguire i propri sogni senza lasciarli andare. Attraverso la dolcissima storia di Eddie e Samuel, Eli Easton ci insegna a non arrenderci e che è necessario rimboccarsi le maniche ma anche che, più spesso di quel che crediamo, il destino abbia un modo tutto suo di darci una mano. Per la fattoria e per questi due uomini coraggiosi mai espressione potrebbe essere più azzeccata di uno zampino che si intrufola nelle loro vite, per l’esattezza nelle vesti del simpatico maialino Benny. Chi lo avrebbe mai immaginato che un piccolo maialino potesse far convergere in quel luogo tante forze positive?
Ed ecco che La mano sul cuore ci aiuta a ricordare che la vita offre delle nuove opportunità anche laddove crediamo non sia possibile. Un nuovo amore, una nuova vita, un coraggio che prima non sapevamo di possedere… una rinascita.

Non credevo nel mio sogno. Ma guarda cos’è successo! Dio, l’universo o chicchessia mi ha mostrato l’offerta per la fattoria, mi ha mandato te, e Benny, e Vanessa. E Benny ci ha condotto a quell’allevamento, e tutto il mondo ha voluto aiutarci e io non ho fatto quasi nulla. È successo tutto nonostante i miei timori e le mie esitazioni”

Quindi chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare nella contea di Lancaster insieme a Eddie, Samuel e ai loro simpatici animali. Sarà un bel viaggio!

giovedì 21 giugno 2018

Il pensiero delle Streghe di Salem su...

Fuori dal nulla
di
Roan Parrish

Serie: In mezzo al nulla #1

Edito: Dreamspinner Press Italia




TRAMA


L’unica cosa che ha senso nella vita di Colin Mulligan è smontare automobili e rimetterle insieme. Nell’officina dove lavora con suo padre e i suoi fratelli, dà del suo meglio per arrivare a fine giornata senza avere un attacco di panico o di rabbia. Bere lo aiuta. E così anche correre e sollevare pesi fino a riuscire a malapena a stare in piedi. Ma niente può cambiare il fatto che è gay, un segreto che ha tenuto nascosto a tutti. 
Rafael Guerrera ha trovato il modo di convivere con un passato di cui si vergogna. Dedica la sua vita alla giustizia sociale e ad aiutare i giovani che, come lui, sono cresciuti con molto poco. Non ha tempo per l’amore. Diamine, ha a malapena tempo per sé. Per qualche ragione, tutto di Colin, quell’uomo triste e autodistruttivo, sembra supplicarlo. Ma è proprio lì che si annidano i guai che Rafe ha lavorato tanto per lasciarsi alle spalle. E mentre la loro relazione diventa più profonda, Rafe e Colin sono costretti a rivangare i segreti che entrambi avrebbero preferito tenere sepolti.






***Il pensiero delle Streghe di Salem***


Philadelphia, per gli abitanti semplicemente Philly, è la sesta città più popolosa degli Stati Uniti d’America con il suo milione e mezzo di abitanti. Come può, dunque, una persona sentirsi sola quando è costantemente attorniata da una moltitudine di gente, specialmente se svolge un lavoro a stretto contatto con il proprio padre e i fratelli. Si suppone che quando si è circondati dalla propria famiglia sia impossibile sentirsi soli… o no?
Dopo aver letto e ADORATO Nel bel mezzo del nulla, primo libro della serie In mezzo al nulla, aspettavamo con grande trepidazione di conoscere le vicende di Colin. Il nostro iniziale incontro con lui non ha generato quello che si definisce un “amore a prima vista”. Semmai il contrario. Abbiamo scoperto Colin attraverso le parole, i pensieri e la sofferenza di suo fratello minore, Daniel. Chi non lo ha odiato profondamente? Chi non lo avrebbe steso a suon di cazzotti, per tutto il dolore che ha procurato al fratello e che ancora continua a procurargli, seppur a migliaia di kilometri di distanza? Ma in quelle pagine tormentate abbiamo scorto, dietro le mura di uomo pieno di odio, un’angoscia densa e paralizzante che, proprio come ha illuminato Daniel, ci ha sussurrato di non fermarci alle apparenze. Che Colin non era un uomo crudele punto e basta. Che da qualche parte lungo la strada si era perso a tal punto da non riuscire a ritrovarsi.
Per comprendere appieno questo meraviglioso libro, consigliamo caldamente la lettura del primo, fondamentale per cogliere le mille sfaccettature di Colin dal punto di vista di chi è creciuto con lui. Daniel non ha vissuto sempre situazioni ostili con suo fratello. A ben pensarci ha dei bei ricordi di loro due, quando erano ragazzini. E ora un dubbio echeggia sempre più forte nella sua mente. Possibile che Colin sia gay, proprio come lui, e che per tutto il tempo abbia vissuto nella più totale negazione? Ma allora, se davvero suo fratello è gay, perché si è accanito così ferocemente contro di lui? Il ricordo di quando Colin ha scoperto l’omosessualità di Daniel è ancora vivo e bruciante, come quel violento cazzotto che lo ha fatto piegare in due dal dolore e vomitarsi sulle scarpe. Perché!? Abbiamo scagliato i pugni insieme a Daniel quando, scioccato, ha sorpreso Colin abbracciato a un uomo; abbiamo lottato con lui, sentendo montare in noi la sua stessa rabbia e frustrazione; abbiamo però desiderato con tutto il cuore di poter ascoltare il pensiero di Colin e, finalmente, eccoci accontentate.
Questa è la sua storia.
Lui è la voce narrante di Fuori dal nulla.
In questo secondo capitolo riviviamo, questa volta subendoli insieme a Colin, quei colpi che leniscono, in qualche modo, un animo distrutto. Tuttavia il dolore celato nel profondo è così radicato che non bastano per recare quel sollievo bramato così a lungo.
Percorreremo insieme il suo travagliato e tormentato percorso di accettazione. Un uomo che ha rinnegato se stesso pur di compiacere un padre padrone e dispotico, pur di dimostrare di essere il figlio perfetto. Le ferite di Colin sono profonde, i sensi di colpa e la vergogna talmente impressi dentro di lui da intrappolarlo in una vita vuota e infelice, dove l’apatia regna sovrana. L’unica cosa che lo faccia sentire vivo, in qualche modo, è il dolore fisico, uno scudo perverso che usa per avvolgersi come se fosse una coperta. Correre per miglia forzando i muscoli al massimo, i polmoni in fiamme e il respiro talmente raccorciato da costringerlo a vomitare. Pugni presi, pugni restituiti, calci brutali rimediati in vicoli buoi e sporchi. Tutto ciò che conta è anestetizzare quel costante senso di soffocamento che gli stringe il petto, perché respirare diventa sempre più difficile e le pareti sembrano chiudersi inesorabilmente su di lui.
Finché una notte, un uomo si intromette nel pestaggio e lo salva dalla furia di due uomini. Ora, quell’uomo non ha alcuna intenzione di lasciarlo fuggire.

Non lo senti?” Mi preme il palmo della mano contro la spina dorsale e il mio petto incontra il suo. L’uragano nel mio stomaco si calma un po' e il mio battito cardiaco rallenta per accordarsi al ritmo stabile e calmante del suo.
Sento… non lo so…”
Noi… rispondiamo l’uno all’altro, Colin. C’è una connessione.”

Rafael è forte, sicuro di sé e pronto a mettersi in gioco;
perché lui ha lottato con le unghie e con i denti per ricostruirsi un futuro, perché convive con un passato che lo ha “segnato” ma ha deciso di andare avanti e di essere una persona migliore rispetto all’etichetta che la società gli ha imposto. Non ha mai smesso di affrontare le sue battaglie e, anche se non desidera altro che proteggere Colin da tutto, non può farsi carico completamente anche delle sue. Dovranno lottare insieme, sostenersi a vicenda, essere l’uno il pilastro dell’altro.
Riuscirà Colin a lasciarsi andare? Riuscirà a far crollare le barriere?

L’armatura non è pericolosa. Serve per sopravvivere. Sono le armi di cui ti devi preoccupare. E nel tuo caso…” Mi accarezza il labbro. “è armatura, per lo più, Colin. E quando sei con me, l’armatura svanisce. E la persona che sei senza armatura… è bellissima.”

Se dovessimo utilizzare un solo aggettivo per descrivere questo romanzo, sarebbe: toccante.
Lo abbiamo amato con tutto il cuore.
A questo punto, non vediamo l’ora di leggere la storia tra il dolce Leo e lo spumeggiante Will per rendere completo il quadro!

Segnalazione... Hai paura di me?

Buongiorno a tutt*
iniziamo la giornata con una segnalazione per una nuova serie che approderà a breve in Italia, 
sto parlando di
Gavert City di Elodie Nowodazkij!

Hai paura di me?

La cheerleader diciassettenne Erin Hortz dovrebbe prepararsi per l’esibizione più grande della sua vita, quella che potrebbe permetterle di andare via dalla piccola città nel Texas in cui vive. Ma con suo padre sospettato di omicidio, è difficile gestire tutto quanto, soprattutto quello che prova per l’ex stella del football Dimitri Kuvlev: il fratello della sua migliore amica Nadia e la sua cotta da sempre, il ragazzo che le ha scalfito il cuore…
L’infortunio del diciannovenne Dimitri lo ha portato dall’essere un campione del football, con le università di ogni paese davanti alla sua porta, al non sapere più cosa fare della propria vita. L’unica persona che sembrerebbe capirlo è la stessa che Dimitri ha giurato di tenere nella friendzone, almeno fino a quando non si sarà rimesso in piedi: Erin.
Quando Nadia non torna a casa dopo una festa, Dimitri ed Erin sanno che dovranno trovarla prima che sia troppo tardi, anche se questo dovesse costargli la vita e tutto ciò che Erin abbia mai conosciuto.




La serie sarà così composta:

-Hai paura di me?
-Hai occhi per me?-Inverno 2018/19
-Hai voglia di me?-Primavera2019
-Ti fidi di me?-Prossimamente


Ringrazio il traduttore di questa serie, Paolo Costa per le info di questo bellissimo romance!

martedì 5 giugno 2018

Il pensiero delle Streghe di Salem su....

Intervento di retrofit
di
N.R. Walker


Serie:Thomas Elkin #1

Edito: Triskell Edizioni






TRAMA
Generazione contro generazione, tradizione contro modernità; due uomini che impareranno molto sull'architettura e sull'amore. Riusciranno, insieme, a dimostrare che il vecchio e il nuovo possono unirsi in un perfetto design?
Thomas Elkin è un architetto di successo di New York e ha tutto ciò che la vita potrebbe offrirgli. All'età di quarant'anni ha fatto coming out e ha finalmente messo un punto al suo matrimonio con l'intenzione di vivere per davvero. Quattro anni dopo, il rapporto con suo figlio è tornato quello di sempre, Thomas si è concesso qualche storia più o meno seria e, in quanto stimatissimo architetto in stile tradizionale, è convinto di conoscere tutto sia sull'architettura che sulla vita.
Cooper Jones ha ventidue anni ed è appena entrato nel mondo dell'architettura. È un ragazzo talentuoso, professionale e con una forte passione per il suo lavoro, oltre a essere terribilmente esasperante. Insomma, la perfetta definizione di Millenial.
Quando viene scelto come tirocinante nell'azienda di Thomas, questi non si aspetta di certo che Cooper sconvolgerà completamente la sua vita. E se Tom insegnerà al ragazzo ogni cosa che sa sull'industria architettonica, Cooper da parte sua gli darà un'enorme lezione di vita.



***Il pensiero delle Streghe di Salem***

Sal non è stata fortunata con gli orari lavorativi quando è arrivato il file di Intervento di retrofit. Una premessa doverosa, per capire appieno questo aneddoto, è che la nostra dolce Sal ha un rapporto conflittuale con la sveglia e che il mondo assume colori più brillanti quando può crogiolarsi nel tepore delle lenzuola fino a tardi. Era al lavoro e non vedeva l’ora che arrivasse la pausa pranzo per poter proseguire il racconto su Cooper e Tom. Aveva iniziato a leggerlo la sera prima e le stava piacendo un sacco ma, causa una prossima sveglia mattutina insieme alle galline (!!!), a malincuore, si impose di spegnere il kindle, altrimenti nemmeno le cannonate l’avrebbero convinta ad alzarsi il giorno dopo. Beh, dopo la finalmenteèarrivata pausa pranzo, la giornata aveva preso una piega inaspettata: la levataccia completamente dimenticata. Sal si ritrova a lavorare, sorprendendo e lasciando basita anche Em che la conosce da anni, con un sorriso sdolcinato stampato in faccia, che proprio non vuole saperne di abbandonarla… la mente proiettata sulle pagine del libro, domandandosi, non senza una certa ansia, se di lì a breve avrebbe vissuto momenti di panico e sofferenza o se avrebbe continuato a fluttuare con la mente come su una soffice nuvola…
Avrete già compreso che questo primo capitolo di Intervento di retrofit lo abbiamo amato; e il perché può essere spiegato da quel sorriso ebete che ci ha accompagnato per tutta la lettura. 
Ci è bastato sapere che fosse un’opera di N.R. Walker per decidere di leggerlo, ancora prima di conoscerne la sinossi. Certo, scoprire che tra i due protagonisti c’era una notevole differenza di età (22 anni non sono sicuramente pochi in una relazione) ci ha fatto inizialmente esitare. Eppure, con la sua scrittura scorrevole e delicata, l’autrice ha saputo creare due personaggi che si incastrano alla perfezione.
Cooper Jones è un giovane talentuoso ed energetico. Ama l’architettura in maniera entusiasta e animata. È un uragano di vivacità che travolge la vita molto più controllata e pacata dell’affermato architetto Tom Elkin.
I siparietti che il ragazzo mette in scena con Lionel, il portiere dello stabile in cui abita Tom, strappano più di un sorriso e la sua soggezione nei confronti della mitica segretaria Jennifer non può che ispirare tenerezza. Ma non lasciatevi ingannare dalla giovane età perché Cooper è sicuro dei suoi desideri e ha molto chiari gli obiettivi che vuole raggiungere. È ben consapevole che, se vuole avere una chance di includere Tom in quei desideri, dovrà buttarsi con tutta l’esuberanza e l’ardore propri di chi sente di avere il mondo in mano. Ah, la sfrontatezza della giovinezza, unita a quel pizzico di arroganza, quel candore ancora intoccato da un cinismo spietato.
Diciamocelo: Tom è spacciato! Come può anche solo pensare di resistere a un fascino così provocante e genuino? 

Il nostro architetto è un uomo tranquillo, abitudinario e totalmente dedito al suo lavoro. Noioso, direte voi? Assolutamente no, al contrario saranno proprio questi aspetti della sua personalità a risvegliare l’interesse di Cooper e renderlo più determinato nel volere una vera relazione con quest’uomo più grande ma assolutamente affascinante.
Il percorso di vita di Tom è totalmente diverso da quello di Cooper e alla veneranda (noi coetanee possiamo permetterci di scriverlo senza rischiare il linciaggio) età di quarant’anni ha deciso di prendere in mano le redini della sua vita. Ha dovuto ricostruire, nei precedenti anni, un rapporto con il figlio, allora adolescente, e ha costruito una carriera di successo facendo un lavoro che ama con tutto se stesso. Ma ora la sua strada ha incrociato quella di un giovane che non ha nessuna intenzione di lasciarlo andare. Riusciranno questi due uomini a far combaciare le loro vite, anche se si trovano in punti del percorso così distanti l’uno dall’altro?

-Mi piace che ci siano differenze tra di noi. Mi hai aperto gli occhi su moltissime cose che pensavo di essermi perso.-
-Anche a me piacciono le differenze tra di noi.
Siamo come un intervento di retrofit; facciamo sì che lo stile antico di un edificio venga rinnovato da quello moderno. Quando tutto sembra non quadrare, ecco che insieme funzioniamo.-

Lasciatevi dunque conquistare da questo nuovo, dolce romanzo che ha tutti i colori giusti per farvi sognare e sorridere come adolescenti alla prima cotta… e speriamo che il secondo arrivi presto!
Una menzione all’ottima traduzione: ha reso il tutto ancora più coinvolgente.

Buona lettura!

Il pensiero in anteprima delle Streghe di Salem su...

Il fuoco del perdono
di 
Andrew Grey


Serie: Il fuoco

Edito: Dreamspinner Press Italia







TRAMA

I vigili del fuoco Lee Stanton e Dirk Krause hanno bisogno di una vacanza. Il lavoro sembra cospirare contro di loro e il giorno precedente la partenza devono combattere contro un incendio che reclama tre vite. Per fortuna, Lee e Dirk hanno una settimana intera in mare aperto per riprendersi.
Tutto va alla grande, finché non incontrano sulla nave proprio il padre di Dirk, un uomo infelice e dalle vedute ristrette. Tra la presenza del padre e il senso di colpa per le vite che non è riuscito a salvare, Dirk è certo che la sua crociera romantica sarà un fiasco. Ma salvare la vita di un passeggero gli permetterà anche di salvare un rapporto che credeva compromesso.








***Il pensiero delle Streghe di Salem***


Siete pronti a immergervi per un paio d’ore di puro relax e passione? Allora cosa aspettate? Prendete il primo volo per la Florida e salite a bordo della Freedom of the Seas, la gigantesca nave da crociera che vi condurrà, insieme a Dirk e Lee, lungo mari caraibici e barriere coralline.
Ma facciamo un passo indietro. Se volete godere appieno di questo breve ma caldissimooo romanzo vi consigliamo di leggere i primi due volumi della serie. Ne Il Fuoco della Redenzione assisterete al primo brusco incontro tra i vigili del fuoco Dirk Krause e Lee Stenton e alla nascita di un amore che sfiderà i pregiudizi di un mondo super macho come quello dei pompieri. Mentre ne Il fuoco del Coraggio vivrete la resa incondizionata di Dirk verso un uomo che è diventato tutto il suo mondo e al quale non ha nessuna intenzione di rinunciare… nemmeno per amore di un padre bigotto e inasprito dalla perdita della amata moglie.
E ora, valige alla mano, siamo in procinto di salpare con questi due uomini sexy pronti a godersi una meritata vacanza. Ma gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo e non tutto fila liscio come si vorrebbe.
Tra cene squisite, bagni rilassanti e rinvigorenti, e panorami mozzafiato Dirk e Lee intensificheranno sempre più quel legame che li unisce da diciotto mesi ormai.

Non c’era nessuno al mondo che amasse più di quell’uomo, nessuno. Lee era il centro del suo mondo. Se ne rese conto in quel momento e, unito a lui, Dirk si sentì completo, come se fosse scritto che così doveva essere.

Un po' come succede nelle favole, anche il rapporto tra Dirk e suo padre prenderà una svolta decisiva. Anni di parole non dette, di incomprensioni e ferite emotive, troveranno uno sbocco proprio grazie al coraggio di Dirk che non esita nemmeno un secondo a rischiare la sua vita per salvarne un’altra. E… forse anche suo padre scoprirà che non è mai troppo tardi per concedersi di nuovo all’amore.

Indipendentemente da chiunque lascerai entrare nella tua vita, dovrà esserci un cambiamento da parte tua […] Devi decidere se vale la pena cambiare la tua vita per lei.
Lee per me valeva la pena… e farei tutto per lui.

Peccato che il viaggio sia già terminato. Disfare le valige è una vera seccature e salutare questi due uomini forti, coraggiosi e innamorati mette un po' di malinconia. Meno male però che possiamo leggere e rileggere la loro storia ogni volta che lo desideriamo e abbandonarci al piacere sensuale che le parole di Andrew Grey sanno evocare.


mercoledì 23 maggio 2018

Il pensiero delle Streghe di Salem su....

Prima di cadere
di
K.C. Wells & Parker Williams


Serie: Secrets #1
Edito: Dreamspinner Press Italia






TRAMA

Da sei anni Ellis fa parte delle teste di cuoio della polizia di Londra. Fin dal primo giorno il suo partner è Wayne, che diventa presto anche il suo migliore amico. Quando Wayne nota i suoi sbalzi d’umore e la sua crescente irritabilità, conseguenza dell’insonnia, capisce di dover intervenire prima che sia troppo tardi. Decide così di portare Ellis all’inaugurazione di un nuovo club BDSM di cui è socio, il Secrets. Lo scopo? Dargli un assaggio di quello stile di vita prima di fargli una proposta. Wayne è convinto di poter riavere il suo amico solo se Ellis gli permetterà di prenderlo per mano e assumere il controllo della sua vita.
Ci sono però dei problemi. Intanto Ellis è etero. Poi è testardo. E infine è attraente. Wayne sa che dovrà mettere da parte i sentimenti per essergli d’aiuto. Ma saranno i veri bisogni di Ellis a prenderlo in contropiede.






***Il pensiero delle Streghe di Salem***

Ci sono libri che conquistano il lettore, all’unanimità, fin dalle prime pagine, altri che, sempre a furor di popolo, si fanno fatica a terminare e ce ne sono alcuni che generano un forte dibattito, durante la lettura. Per noi, Prima di cadere è un libro da dibattito. 
La storia tra Ellis e Wayne, teste di cuoio della polizia di Londra, partner sul lavoro e migliori amici nella vita, ha tutte le carte in regola per far sospirare gli animi più romantici. Abbiamo due begli uomini che si conoscono da anni, che lavorano a stretto contatto da tempo, stimandosi e apprezzandosi reciprocamente, che sono così in sintonia da poter percepire le emozioni l’uno dell’altro, con un solo sguardo. Con la naturalezza data dalla loro indole, hanno sviluppato un rapporto, sia professionale che personale, in cui Wayne è il pilastro portante della coppia, con la sua forza d’animo e determinazione, mentre Ellis è colui che si appoggia all’amico e partner per avere sostegno e rassicurazioni. 
Oltre a questo, Wayne è un Dom segretamente innamorato del suo migliore amico… etero.
Ellis non ha avuto alle spalle l’appoggio di una famiglia amorevole. Crescere con genitori le cui parole d’ordine sono “dovere solo dovere” ha distorto la sua percezione di una relazione, o meglio ha stravolto quelli che sono i suoi reali desideri, costringendolo a nasconderli così a fondo dentro se stesso da non riuscire più a riconoscerli.



Ci ho provato davvero a essere un bravo figlio. Ho fatto del mio meglio per renderli orgogliosi, ma non basta mai. Do tutto me stesso, ma non basta mai. Tutti vogliono di più, cazzo. E più do, più pretendono, finché non mi resta più nulla.” […] 
Mi hanno svuotato, Wayne. Non è rimasto nulla di me.”



Nell’immaginario collettivo, un uomo che svolge una professione tosta come quella del poliziotto o del militare risulta essere altrettanto tosto nella sua vita personale. Beh, come dimostrano le pagine di questo libro non è sempre vero. Sul lavoro Ellis è un duro, ma la sua vita sta cadendo a pezzi. Dentro di sé si sente come un guscio vuoto. Come potrà sfuggire al circolo vizioso in cui è caduto? Riuscirà a non provare solo inadeguatezza e solitudine?
Ed ecco che Wayne, dopo aver spinto l’amico a confidarsi, decide di prendere in mano la situazione, sia in senso figurato che pratico. 
Dove sarebbe il dibatto che si è creato tra voi streghe, direte voi?
Dal momento in cui la relazione tra Wayne ed Ellis si sposta su un piano più fisico e sentimentale, assistiamo a una presa di coscienza piuttosto fulminea da parte di Ellis di quelli che sono desideri che non sapeva nemmeno di volere e un’accettazione, altrettanto rapida, non solo di una relazione con il suo migliore amico, nonché primo uomo in assoluto a entrare nel suo letto, ma anche di quelli che sono gli aspetti di un rapporto con un Dom che pratica la scena.



Non so cosa significhi amare un uomo. E non so cosa significhi amare un Dom.”


Posso risponderti io, perché le due entità sono un’unica cosa. Un Dom è pur sempre un uomo.”



Em pensa che il cambiamento di Ellis sia troppo veloce, soprattutto riguardo le dinamiche, consolidate da anni, con la famiglia d’origine. Inoltre, secondo lei, è improbabile che una persona, completamente all’oscuro del mondo bdsm, possa prendere piena coscienza e acconsentire, nel giro di pochi giorni, a situazioni che non aveva minimamente contemplato prima di allora. 
Secondo Sal invece non è così improbabile. La psiche umana è talmente imprevedibile che chi può dire come reagirà ognuno di noi di fronte a eventi decisamente inaspettati che tuttavia ci appaiono intriganti?
Entrambe concordiamo che, quando due anime si incontrano, non è detto si riconoscano a prima vista . A volte i nostri occhi guardano altrove e non scorgono ciò che hanno di fronte. Per Ellis è così ma, quando avviene la realizzazione, è come se si sollevasse un velo, palesando al suo sguardo una persona nuova ma allo stesso tempo familiare. 
Non ci resta che augurarvi una buona lettura e, se vi fa piacere, condividete con noi il vostro pensiero.