sabato 24 giugno 2017

Il mio pensiero in anteprima su....

Cuore di terra rossa 3
di
N.R.Walker

Trama
La vita per Charlie Sutton non è mai andata meglio, nè è mai stata così tanto piena. Ora che Travis è una presenza fissa alla Sutton Station e al suo fianco, Charlie si è convinto che non riuscirebbe a fare nulla di quello che c’è sulla sua lista di cose da fare, che continua sempre ad allungarsi, senza di lui.
Charlie può gestire un’attività che vale milioni di dollari, conseguire la sua laurea, cercare di portare avanti l’industria della carne bovina, occuparsi dei problemi dello staff, della salute cagionevole di Ma, e di un vombato che pretende attenzioni. Può anche fare i conti con una visitatrice inaspettata e delle notizie sconvolgenti.
Può occuparsi di tutto, finché ha Travis al suo fianco.
Ma cosa succederebbe se lui non fosse più lì?

Cuore di Terra Rossa 3 racconta di come Charlie Sutton si renda finalmente conto di poter essere l’uomo che Travis Craig merita, anche se non lo ha lì con sé. È una storia che parla d’amore, del tenere duro, di lasciar andare e di tornare a casa.



***Il mio pensiero***

Il 26 Giugno arriva, per Triskell Edizioni sezione Rainbow, "Cuore di terra rossa 3" di N.R. Walker, che ho avuto il piacere di leggere in anteprima.
Una serie già apprezzata in inglese, ma che è davvero una gioia per me rileggere in italiano, anche perché ha una resa sublime.
Quella di Terra Rossa è una storia bellissima: l'autrice ha saputo amalgamare con maestria eventi, emozioni e sentimenti.
Una bravura incredibile che invita il lettore ad innamorarsi della trama e di tutto il contesto. Si sogna, infatti, l'Australia, si sogna la terra rossa, la stazione e, sì, si sognano canguri e vombati, e devo dirlo, dopo questo libro ognuno di noi vorrà tanto averne uno! 
Perchè questa è una serie magica che cattura sin dalle prime battute.
Charlie e Travis sono i protagonisti principali, che entrano nel cuore e vi restano, e come la terra rossa che calpestano ogni giorno, penetrano nel sangue.

Aveva anche salvato la vita di due cuccioli che io probabilmente avrei lasciato a morire. Prima c’era stata Matilda il canguro e adesso Nugget il vombato. Giusto o sbagliato che fosse, avrei continuato con il mio modo di fare ignorante ed egoista e li avrei lasciati a cavarsela da soli, mentre lui si era fermato e li aveva salvati. Aveva salvato me.

Con questo terzo libro aggiungiamo un tassello in più alla loro storia, scaliamo un gradino fatto di consapevolezza, paura e lontananza.
Ma queste saranno solo alcune delle parti che vivremo in questo 3 libro, perché  una delle basi più solide resta sempre l'amore.
Nel primo libro abbiamo conosciuto un Charlie  chiuso e arido come la terra che tanto ama, chiuso, cioè, sul suo essere gay per via della sofferenza causata dalle parole pronunciate dal padre, che lo avevano spinto a rinnegare se stesso e i suoi sentimenti. Ed è solamente grazie a degli occhi azzurri di uno Yankee venuto dal Texas che Charlie ritorna alla vita, affrontando il fantasma del padre defunto.
Nel secondo invece, come già avvenuto nel primo, siamo stati travolti da Travis ancora di più, abbiamo scoperto come i ragazzi iniziano ad affrontare i mesi insieme e, soprattutto, a parlarsi a cuore aperto.
Alla base del secondo libro, inoltre, abbiamo la paura di Charlie di perdere Travis, dato che il suo visto per soggiornare in Australia sta per scadere, ma la sua determinazione nel trovare un modo per farlo restare è più forte delle leggi del governo australiano.
Come dicevo,  i sentimenti in questa serie sono davvero alla base di tutto, e anche i personaggi secondari entrano di prepotenza nella trama, restandoci e creando un mondo superbo, fatto di sentimenti genuini.

«Che succede, Nara?» Entrò con imbarazzo, tenendo Nugget che faceva i capricci e un biberon ancora pieno. «Non mangia. Ci ho provato, e anche Ma. Stamattina ha saltato la pappa e ora questo…» Tutti gli occhi guizzarono su di me, e alcune persone lottarono per non sorridere. Billy fece come al solito il sorriso che gli prendeva mezzo viso. Sospirai, forte e chiaro. «Dallo a me.» Quando il piccolo monello fu tra le mie braccia, si sistemò e, non appena gli misi la tettarella vicino alla bocca, iniziò a ciucciare come se stesse morendo di fame. Scossi la testa. Qualcuno rise. «Non è divertente,» dissi, ma tutti al tavolo sembravano pensare che lo fosse. Guardai Scott. «Non vuoi portarti un vombato a casa con te?» Scott rise, ma il veterinario in lui provò un interesse immediato in quel piccolo cucciolo felice che si nutriva tra le mie braccia. «I vombati non sono troppo comuni qui fuori,» disse. «Come ti sei imbattuto in lui?» Rispose Travis al posto mio. «Ho trovato una mamma morta vicino alla strada.» Scott annuì. Purtroppo, non era insolito. Poi Travis continuò: «Si è affezionato a Charlie. Sembra che sia l’unico che riesce a farlo mangiare da quando siamo tornati da Kakadu. Dorme anche sotto il suo braccio.» «Mi graffia fino ad arrivarmi alle costole,» aggiunsi. «Mi resteranno di sicuro delle cicatrici.» Scott rise. «Probabilmente pensa che tu sia la sua nuova mamma.» Lo studiò per un po’. «Sembra avere circa un anno. Puoi introdurre un po’ d’erba, cereali e delle pillole speciali nella sua alimentazione, eliminando il latte nel corso del prossimo anno.» «Un anno?» dissi, probabilmente più forte di quanto avrei dovuto. Spaventai Nugget. «Sì, tu,» ripresi, guardando il vombato offeso. «Non guardarmi così. Non sei tu quello che si deve alzare ogni tre ore per darti da mangiare.» Tornai a guardare il veterinario, che era un po’ sconcertato, e tesi il cucciolo di vombato verso di lui. «Sei un veterinario. Prendilo tu.» Alzò le mani come se volessi sparargli. 

Il terzo libro è una vera scoperta, perché conosceremo un aspetto nuovo di Charlie: conosceremo la sua forza, quella che teneva quasi nascosta, vedremo la sua determinazione nell'affrontare situazioni dure, e vedremo anche quella dolcezza incredibile che libro dopo libro ci ha fatto innamorare di lui.
È divertente vederlo coccolare Nugget, il piccolo vombato salvato alla fine del secondo libro, che in lui rivede una sorta di mamma.
Proprio questo piccolo cucciolo porterà scompiglio nella sua vita, facendolo dormire solo tre ore a notte, ma sarà in tutto e per tutto il suo piccolino, che porterà con sé dappertutto. 
E devo dirlo, insieme sono un amore. 
Ma come succede sempre nella vita reale, non tutto resta immutato, e quando l'aggiustare di un sottotetto riporta alla luce pezzi di un passato ormai dimenticato, ecco che il dolore ritorna. Una persona del passato rifarà la sua ricomparsa, portando con sé notizie che faranno quasi crollare il nostro Charlie. E solo la presenza costante di Travis non permetterà che questo avvenga.
Ma sarà poi la disperazione di un avvenimento in famiglia, la famiglia che Charlie si è costruito lì, alla stazione, che lo spingerà ad accantonare, per un po', questa persona del passato, per poter affrontare e vincere contro un male che è arrivato all'improvviso, colpendo il perno della stazione, ovvero la fortissima Ma.
Ma se al dolore e alla disperazione non vi è freno, ecco che Travis viene richiamato in patria dalla famiglia,  che nel frattempo ha bisogno di lui.

Ero così felice per loro, eppure continuavo solo a pensare a quanto desiderassi che Travis fosse lì. Lo desideravo tanto da far male. Più tardi, quella sera, mentre ero s teso a letto e non c’era altro che silenzio e tristezza, allungai il braccio e toccai il suo cuscino. «Vorrei che tu fossi qui,» gli dissi. «Vorrei che non mi avessi lasciato.» Nessuno rispose.

Per Charlie questo distacco è un pugno al cuore: lui che da Travis ha sempre preso la forza per poter affrontare tutto, si ritrova a dover essere lui il sostegno di Travis, e questo farà capire ai nostri protagonisti che insieme sono sì forti, ma che lo sono anche da separati, perché sono riusciti con fatica, sudore e dolore a trovare un equilibrio.
La strada ovviamente sarà dura e lastricata di difficoltà, si lotterà per superare la lontananza, si crollerà, ma alla fine si capirà che anche se lontani, si vive sempre uniti perché c'è amore.
Travis ancora una volta ci regalerà tantissime emozioni, e conosceremo la forza dell'amore vero, il significato di essere l'uno la casa dell'altro, perché Charlie e Travis insieme sono una sola persona.
Libro dopo libro questa serie emoziona e regala sentimenti travolgenti, ed  N. R. Walker riesce davvero a farci innamorare ancora della Sutton Station, e se penso che tra qualche mese arriverà il quarto e ultimo libro ho già il magone.
Un complimento grande anche alla traduttrice per aver saputo rispecchiare tutte le sfumature di questa storia.
Consiglio caldamente la serie.


***** 5 Stelle
°°° Dolce

2 commenti:

  1. Che meraviglia! Non vedo l'ora di leggerlo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa serie è davvero bella! E questo terzo libro oddio *.*

      Elimina